SAFARI KRUGER NATIONAL PARK: 10 COSE DA SAPERE

I CONTENUTI DELL'ARTICOLO

Articoli correlati..

ITINERARIO SUDAFRICA 10 GIORNI - Elefanti attraversano un fiume al Kruger National Park - 10 days in South Africa travel itinerary

Il Kruger National Park è una delle mete più popolari per gli amanti dei safari in Sudafrica ed è, di fatto, il più vasto parco di questa nazione. Questo eccezionale luogo è abitato dai famosi Big Five, ma la sua diversità fa sì che sia molto più di un semplice parco. Il bush possiede una sua anima distintiva, con un ritmo pulsante tutto suo. Assistere a questo spettacolo naturale è veramente qualcosa di straordinario e sicuramente lascerà un’impronta indelebile anche nei vostri cuori.

In questo articolo, vi forniremo preziose informazioni che vi aiuteranno a pianificare la vostra avventura in questo straordinario parco nazionale del Sud Africa.

Safari Kruger consigli per il vostro viaggio!

Il Kruger National Park è una delle mete più gettonate per fare safari! Fare safari nel Kruger National Park è un’esperienza elettrizzante e indimenticabile: avrete modo di entrare a contatto con l’atmosfera del bush, di vedere i famosi Big Five e di ammirare bellissimi tramonti. 

Se state pianificando un viaggio in questo bellissimo parco del Sudafrica, vi starete ponendo un po’ di domande come ad esempio “Come arrivare al Kruger National Park?”, “Qual è il periodo migliori per fare safari nel Kruger?”, “Dove è meglio dormire?”. Ecco alcuni consigli che vi saranno utili per fare organizzare i vostri safari nel Kruger National Park!

Come arrivare al Kruger National Park

Come arrivare al Kruger National Park? La risposta è aereo+macchina. Ma vediamo più nel dettaglio come arrivare al Kruger National Park.

La via più veloce per raggiungere il Kruger National Park è indubbiamente l’aereo, a meno che non vi troviate già nelle vicinanze. Il parco è servito da quattro aeroporti strategici situati a Nelspruit (Kruger Mpumalanga International Airport), Hoedspruit, Skukuza e Phalaborwa. Questi aeroporti operano voli giornalieri che collegano il Kruger alle principali città del Sud Africa, come Cape Town e Johannesburg.

Nel nostro viaggio, abbiamo optato per l’aeroporto di Nelspruit, il quale risulta essere la scelta più comoda se la vostra sistemazione è nella parte meridionale del parco. Invece, se prevedete di soggiornare nella parte centrale del parco, l’aeroporto di Hoedspruit è estremamente comodo, mentre per chi si trova nella parte settentrionale, l’aeroporto di Phalaborwa è la migliore opzione.

Non da meno, l’aeroporto di Skukuza è situato all’interno del parco stesso, essendo Skukuza un autentico insediamento all’interno del Kruger.

Se invece preferite viaggiare in automobile, tenete presente che il percorso da Johannesburg è lungo circa cinque ore su strade ben asfaltate con segnaletica chiara. Durante il viaggio in macchina, vi consigliamo di rispettare scrupolosamente i limiti di velocità, poiché gli autovelox sono ubicati ovunque lungo il percorso!

Safari Kruger consigli su quando andare

Il periodo migliore per un safari nel Kruger National Park va da aprile a ottobre, durante la stagione secca. In questo periodo, la vegetazione è meno densa, il che rende più facile avvistare gli animali. Inoltre, il clima è più fresco e piacevole, con temperature medie che oscillano tra i 15 e i 25 gradi Celsius, anche se durante le ore centrali della giornata si può arrivare a una temperatura massima anche di oltre 30 °C.

La stagione delle piogge va da novembre a marzo. In questo periodo, la vegetazione è più rigogliosa, rendendo più difficile avvistare gli animali protetti dalla vegetazione, il che rende più difficile avvistare gli animali. Inoltre, il clima è più caldo e umido, con temperature medie che possono superare i 30 gradi Celsius.

In termini di affluenza turistica, il periodo più affollato è quello che va da dicembre a gennaio, durante le vacanze natalizie e di fine anno. Se volete evitare le folle, è meglio evitare questi mesi.

In conclusione, il periodo migliore per un safari Kruger National Park è quello che va da aprile a ottobre. In questo periodo, le condizioni climatiche sono ideali per avvistare gli animali e il parco è meno affollato.

Dove soggiornare

Il Kruger National Park è vastissimo, e se avete la fortuna di avere a disposizione diversi giorni per la vostra visita, considerate la possibilità di soggiornare in diverse zone, sia a sud che a nord del parco. Generalmente, nella parte meridionale del parco è possibile avvistare più animali, ma questa zona è anche la più gettonata dai turisti, soprattutto nelle aree di Lower Sabie e Skukuza. La vegetazione è più densa rispetto alla zona centrale, caratterizzata da arbusti più bassi.

Se il vostro tempo è limitato e dovete scegliere una sola zona, vi consigliamo di optare per la parte sud-centrale del parco, poiché qui avrete maggiori possibilità di avvistare tutti i Big Five durante i vostri safari nel Kruger.

Una volta scelta la zona in cui alloggiare, avrete tre opzioni a diverse fasce di prezzo:

  1. riserva privata: le riserve private offrono un’esperienza esclusiva, con la garanzia di evitare affollamenti, poiché i turisti esterni non possono accedervi. Solitamente, i lodge delle riserve private propongono pacchetti all-inclusive che includono safari giornalieri;
  2. dentro il parco: gli hotel all’interno del parco sono una scelta di prezzo intermedia. Qui potrete continuare a fare safari anche dopo la chiusura del parco, garantendovi una maggiore flessibilità;
  3. fuori dal parco: alloggi fuori dal parco tendono ad essere più economici. Tuttavia, dovreste attenervi agli orari di apertura del parco, a meno che non prenotiate safari organizzati con i ranger del Kruger.
 

La differenza di prezzo è molto alta, i lodge delle riserve private si aggirano su una media di 400-500 € a persona al giorno, mentre un lodge al di fuori del parco può costarvi anche molto poco (50 €).

Noi abbiamo scelto un lodge situato fuori dal parco, ma nelle immediate vicinanze del Crocodile Bridge, a soli due minuti di macchina dal gate. Questa soluzione ci ha permesso di contenere le spese senza porre limiti alle nostre frequenti visite al parco. Abbiamo prenotato safari nel Kruger al di fuori degli orari di chiusura del parco, come all’alba, al tramonto e notturni, permettendoci di godere del Kruger senza l’affollamento dei turisti (a discapito delle ore di sonno!). Durante il giorno, negli orari di apertura del parco, abbiamo differenziato le nostre visite con safari guidati e in self-drive.

Lodge prenotato in fai da te nel Kruger National Park

Crocodile Bridge Safari Lodge

Safari Kruger National Park: le regole da seguire

Sia che decidiate di partecipare a safari guidati o di esplorare il parco con il vostro veicolo in modalità self-drive, è essenziale rispettare alcune regole fondamentali per garantire la vostra sicurezza e preservare l’ambiente naturale. Ecco quali sono le regole più importanti da seguire durante i vostri safari Kruger National Park.

Innanzitutto, è di vitale importanza non uscire mai dall’auto, a meno che non siate in zone appositamente designate per le fermate (opportunamente segnalate). Questo divieto è assoluto e ignorarlo potrebbe mettervi in serio pericolo.

È proibito portare alcolici all’interno del parco e anche il fumo è vietato.

Rispettate rigorosamente i limiti di velocità: il limite massimo consentito è di 40 km/h, ma tenete presente che spesso dovrete procedere molto più lentamente, tra i 20 e i 30 km/h, per avere l’opportunità di avvistare gli animali.

Non dovete in alcun modo dar da mangiare agli animali. Questo comportamento non solo può mettere in pericolo la vostra sicurezza, ma costituisce anche una minaccia per gli stessi animali, poiché potrebbero diventare dipendenti dal cibo umano, diventare aggressivi e di conseguenza dover essere abbattuti.

Gli animali domestici e l’uso di droni sono vietati all’interno del parco.

Prima di entrare nel parco, vi consigliamo vivamente di consultare il sito ufficiale del parco Kruger a questo link e leggere attentamente il Regolamento per essere ben informati sulle norme da seguire durante la vostra visita: la sicurezza degli animali e degli stessi visitatori è una priorità assoluta all’interno del parco.

Camps, zone picnic, zone look-out

All’interno del Kruger National Park, sono disponibili oltre una decina di camps, che sono aree appositamente attrezzate per accogliere i visitatori. Questi camps si trovano generalmente in prossimità dei gates, ma alcuni sono situati anche all’interno del parco. Ogni camp offre una serie di servizi e strutture per i visitatori:

  1. Ufficio informazioni e prenotazioni: ogni camp dispone di un ufficio dove è possibile prenotare safari, ottenere informazioni sul parco e ricevere assistenza;
  2. ristorante o bar: la maggior parte dei camps offre un ristorante o un bar dove è possibile gustare pasti o rinfrescarsi;
  3. negozi: sono presenti negozi per acquistare generi alimentari, souvenir e altri articoli essenziali;
  4. servizi igienici: tutti i camps hanno servizi igienici per i visitatori;
  5. area picnic: spazi dedicati ai picnic con tavoli e, talvolta, aree barbecue;
  6. stazione di rifornimento di benzina: molti camps offrono una stazione di rifornimento di benzina, anche se è importante verificare sempre eventuali avvisi poiché potrebbe verificarsi che la stazione rimanga a corto di benzina.
 

Alcuni dei camps, come Skukuza, Satara e Lower Sabie, sono tra i più grandi e offrono splendidi ristoranti con vista panoramica sul fiume, che consentono di rilassarsi all’ombra e continuare a osservare la fauna che si avvicina all’acqua per abbeverarsi.

Inoltre, all’interno del parco sono presenti zone attrezzate per picnic, con tavoli, barbecue e servizi igienici. Queste aree sono spesso posizionate in punti panoramici e offrono viste mozzafiato sul bush.

In alcuni luoghi, ci sono anche “zone di osservazione” (look-out e get-out), dove, in alcuni casi, è anche possibile scendere dall’auto e ammirare il paesaggio. Queste zone sono talvolta posizionate vicino a pozze d’acqua o fiumi, ma ci sono anche alcune postazioni panoramiche poste in altura, da cui è possibile osservare il bush circostante.

Per ulteriori dettagli sulla disposizione dei camps e sui servizi che offrono, potete consultare la mappa ufficiale del parco tramite questo link.

Copertura cellulari

Il nostro consiglio è quello di pianificare il vostro safari nel Kruger National Park considerando che potreste trovarvi in zone in cui non c’è copertura telefonica. Tuttavia, lungo le strade principali e all’interno dei camps, solitamente c’è una buona copertura. Per avere informazioni dettagliate sulla copertura cellulare all’interno del parco, potete consultare una mappa indicativa specifica tramite questo link.

Carte di credito e contanti

È importante tenere a mente che nei camps all’interno del Kruger National Park è possibile effettuare pagamenti con carta di credito presso i ristoranti e i negozi. Tuttavia, se dovete fare rifornimento di carburante, si accettano solo pagamenti in contanti. Pertanto, vi consigliamo di portare sempre con voi una quantità adeguata di contanti per coprire eventuali necessità di carburante durante il vostro viaggio nel parco. Inoltre, potrebbe essere utile avere contanti extra per eventuali spese impreviste o piccoli acquisti.

Strada sterrata per il safari con i ranger nel Kruger National Park

Safari Kruger consigli: Strade sterrate nel Kruger

Camp Lower Sabie per sosta durante i safari nel Kruger National Park

Safari Kruger consigli: Camp Lower Sabie

Zona pic nic per i safari in self drive del Kruger National Park

Safari Kruger consigli: Zone picnic

Conservation Fee e Indemnity Form per il safari nel Kruger National Park

Per accedere e poter fare safari nel Kruger National Park, è necessario pagare la conservation fee. È possibile acquistarla online dal sito ufficiale del parco, oppure è possibile effettuare il pagamento direttamente ai varchi di ingresso. Questa tassa è richiesta per ogni giorno di permanenza all’interno del parco, anche se state soggiornando all’interno del Kruger. 

L’unico caso in cui non è necessario pagarla è se partecipate solo a safari organizzati dai ranger del parco o se la tassa è già inclusa nel vostro safari organizzato. Tuttavia, se avete intenzione di esplorare il parco con un self-drive, ricordatevi di pagare la conservation fee!

Inoltre, ogni giorno è necessario consegnare un Indemnity Form compilato all’ingresso. Vi consigliamo di ottenere alcuni moduli presso i camps e di compilarli in anticipo per ridurre i tempi di attesa durante i controlli all’ingresso.

I safari Kruger National Park guidati

I safari Kruger National Park organizzati con i ranger seguono orari prestabiliti e partono solitamente alle 4 o alle 5 del mattino, alle 16:30 e alle 20:00. Questo perché l’alba, il tramonto e la notte sono momenti in cui gli animali sono più attivi, mentre durante le ore più calde tendono a riposare al riparo della vegetazione. Inoltre, non essendo orari di apertura del parco la quantità di veicoli all’interno del Kruger è quasi nulla!

Oltre ai safari organizzati dal parco Kruger, è possibile prenotare safari nel Kruger privati di tutta la giornata tramite la struttura in cui soggiornate. Tuttavia, dovete tenere presente che i safari privati devono rispettare gli orari di apertura dei gates del parco, mentre con i safari organizzati dal Kruger, avrete l’opportunità di accedere al parco quando è chiuso agli altri visitatori.

Potete prenotare i safari con i ranger del Kruger online cliccando su questo link o direttamente presso uno dei camps, ma tenete presente che i posti sono limitati, quindi, è consigliabile una buona pianificazione e prenotare con un po’ di anticipo.

Il costo per un safari con i ranger del Kruger si aggira intorno ai 30 € a persona, mentre per un safari di tutta la giornata, il prezzo è di circa 80 €.

Un’altra attività affascinante che sicuramente vi regalerà dei brividi è la bush walk. Sì, avete capito bene, si tratta di una passeggiata della durata di due o quattro ore guidata dai ranger del Kruger alla ricerca delle tracce degli animali e con la possibilità di incontri ravvicinati. 

Inoltre, i rangers del parco sono in continuo contatto tra loro attraverso delle chat che gli permettono di condividere gli avvistamenti, il che rende più probabile riuscire a vedere gli animali più rari che popolano il parco! 

Safari con guida nel Kruger National Park

Safari nel Kruger guidato

Safari Big Five e non solo

Il sogno di ogni visitatore del parco Kruger è quello di spuntare tutte e cinque le caselle dei Big Five: l’elefante, il rinoceronte, il leone, il bufalo e il leopardo.

Per quanto riguarda l’elefante, il bufalo e il leone, avrete buone possibilità di vederli durante i vostri safari nel Kruger, poiché sono animali relativamente comuni nel parco. Gli elefanti, in particolare, sono così numerosi da causare problemi alla vegetazione, e alcuni vengono spostati in riserve private per gestire la loro popolazione. Non è difficile incontrare anche i branchi di leonesse, soprattutto negli orari notturni, mentre i leoni sono un po’ più rari ma non impossibili da vedere.

Invece, i leopardi e i rinoceronti sono animali più sfuggenti. I leopardi si mimetizzano perfettamente nell’ambiente e possono essere difficili da individuare sui rami degli alberi, mentre i rinoceronti sono una specie protetta, e gli avvistamenti non vengono segnalati per motivi di sicurezza.

Oltre ai famosi Big Five, il Kruger ospita altre famiglie di animali affascinanti che potreste avere la fortuna di avvistare:

  • Ugly Five: la iena, l’avvoltoio, il facocero, lo gnu e il marabu.
  • Little Five: il toporagno elefante, il tessitore di bufalo a becco rosso, lo scarabeo rinoceronte, la tartaruga leopardata e la formica leone.
  • Shy Five: il suricato, l’istrice, l’oritteropo, la volpe dalle orecchie di pipistrello e il protele crestato.
  • Impossible Five: il suricato, il coniglio di fiume, il leone bianco, il pangolino e il leopardo di Cape Mountain.
Elefante, uno dei big five presente nel Kruger National Park

Safari Kruger National Park: Elefante lungo la strada

Leonessa dei big five avvistabile con un safari nel Kruger National Park

Safari Kruger National Park: Leonessa a riposo

Giraffe e zebre durante un safari nel Kruger National Park

Safari Kruger National Park: Giraffe e zebre

Abbiamo riportato in questo articolo alcune informazioni importanti per programmare i vostri safari nel Kruger National Park, ma ci sono tante altre cose da conoscere! Ad esempio: come funziona un safari nel Kruger in self drive? A questa domanda vi rispondiamo nell’articolo riportato qui sotto! Buona lettura e…trip to try!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora CONDIVIDI subito sul tuo social preferito!

Facebook
Pinterest
WhatsApp

Oppure

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli..

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments