IL TEMPIO DI BOROBUDUR: ECCO COSA VEDERE A YOGYAKARTA!

I CONTENUTI DELL'ARTICOLO

Articoli correlati..
Templi Yogyakarta Borobudur Prambanan - In bicicletta da Borobudur a Prambanan in Indonesia

Il tempio di Borobudur è il monumento buddhista più grande al mondo, tant’è che è uno dei templi buddhisti più famosi e visitati dai turisti. Situato sull’isola di Giava, questo luogo straordinario merita sicuramente una visita se state programmando un viaggio in Indonesia. Ecco alcune informazioni utili per programmare la vostra visita al tempio Borobudur.

Borobudur: il tempio Yogyakarta più famoso 

Per comprendere appieno le mille sfaccettature della cultura indonesiana, una visita al tempio Borobudur è un’esperienza fondamentale, che vi trasporterà nell’affascinante mondo buddhista. Se state pensando di organizzare un viaggio in Indonesia, vi consigliamo di prevedere una tappa a Yogyakarta per poter visitare almeno il tempio di Borobudur e il complesso dei templi di Prambanan.

Abbiamo dedicato una mattina alla visita di questo luogo straordinario durante il nostro soggiorno a Yogyakarta e in questo articolo vi forniamo alcuni consigli e informazioni per pianificare la vostra visita al Borobudur.

La storia del tempio Borobudur

Questo monumento fu realizzato dalla dinastia reale Sailendra tra il 780 e l’840, che regnava sull’isola di Giava e all’epoca era all’apice della propria ricchezza. Lo scopo di questo edificio era quello di realizzare un tempio per glorificare il Buddha e che fosse un luogo di pellegrinaggio per la popolazione per distaccarsi dai beni materiali e ascendere al Nirvana.

Il tempio fu abbandonato tra il X e il XV secolo, sia per l’avvento della cultura islamica che per una serie di disastri naturali che portarono la popolazione a lasciare questa zona.

Il monumento, ormai ricoperto dalla terra e dalla vegetazione nel corso degli anni fu scoperto nel 1814 da Sir Thomas Thomas Stanford Raffles e riportato interamente alla luce nel 1835.

Il tempio fa parte del patrimonio dell’Unesco, che ha contribuito negli anni a vari interventi di restauro.

tempio di Borobudur Yogyakarta: statua di Buddha e vista sull'isola di Giava

Vista dal tempio

Il tempio di Borobudur in numeri

Numero di visitatori: > 3.000.000/anno

Dimensioni: 123x123x35 m

Numero di statue di Buddha: 504

Numero di stupa (campane rovesciate contenenti una statua di Buddha): 72

Superficie: > 2.500 mq

Dove si trova e come arrivare: Yogyakarta Borobudur

Il tempio si trova sull’isola di Giava, a poco più di 40 km a nord ovest della città di Yogyakarta.

Per arrivare al tempio potete prendere un mezzo pubblico oppure un’auto privata.

Se optate per il mezzo pubblico, il tempio è raggiungibile con gli autobus Trans Jogja, che collegano Yogyakarta al capolinea Jombor. Da qui occorre prendere un altro bus locale fino al Borobudur. Purtroppo, Yogyakarta non è ancora super efficiente sotto il punto di vista dei mezzi pubblici, le cui tratte e orari sono limitati, oltre che non sempre rispettati. Per questo motivo, vi consigliamo di utilizzare un’auto privata.

Considerando che il traffico in Indonesia può essere estremamente caotico, vi consigliamo di utilizzare un taxi (My Blue Bird), a meno che non prevediate la visita al tempio all’interno di un tour con un’agenzia come abbiamo fatto noi.

Considerando i rallentamenti dovuti all’intenso traffico, vi consigliamo di partire con un po’ di anticipo, almeno un’ora e mezza prima del vostro orario di visita.

Se siete impavidi e decidete di mettervi alla prova tra gli automobilisti indonesiani, la strada che porta al tempio è quella che collega Yogyakarta alla città di Semarang e svoltare a sinistra dopo la località di Muntilan sulla strada Jl. Mayor Kusen/Jl. Raya Borobudur. Nei pressi del complesso c’è un parcheggio molto ampio dove potete parcheggiare la macchina a un costo irrisorio di 8.000 rupie, che equivalgono a circa 50 centesimi di euro.

I biglietti di ingresso

Poiché gli accessi sono contingentati, vi consigliamo di acquistare in anticipo i biglietti tramite il sito ufficiale online che trovate a questo link.

Sono disponibili due tipologie di biglietto:

  • Biglietto di accesso al sito e alla base del tempio (no salita): con questo biglietto non potrete entrare nel tempio ed esplorarlo ma potrete visitare il parco e arrivare fino alla base del Borobudur. Per questo motivo non dovete scegliere una fascia oraria di visita ma solamente la giornata. Il costo di questo biglietto è di 375.000 rupie per gli adulti (circa 22 €) e di 225.000 rupie per i bambini;
  • Biglietto di accesso al sito e comprensivo dell’accesso al tempio e della salita: in questo caso dovrete selezionare sia la giornata che l’orario della vostra visita e il biglietto ha un costo di 455.000 rupie per gli adulti (circa 27 €) e di 305.000 rupie per i bambini (circa 18 €).

I biglietti possono essere acquistati solo a partire da una settimana prima del giorno della vostra visita, quindi, vi consigliamo di farvi un appunto per ricordarvi di fare l’acquisto poiché la disponibilità è limitata.

Ovviamente, vi consigliamo di acquistare il biglietto comprensivo di accesso al tempio e della scalata (preparatevi che sono tanti scalini!), poiché in questo modo potrete avere una visione completa della storia e del significato di questo luogo. L’accesso al tempio è consentito solo in compagnia di una guida, che vi accompagnerà e vi svelerà tanti segreti del Borobudur.

Vi consigliamo di privilegiare i primi orari disponibili alla mattina o il tardo pomeriggio poiché a partire dalla tarda mattinata c’è l’afflusso di turisti maggiore, oltre a temperature molto elevate.

tempio di Borobudur: ingresso al tempio con grosso albero

Ingresso al tempio

tempio di Borobudur: cerimonia buddhista

Cerimonia buddhista al tempio

tempio di Borobudur: vista del tempio e della scalinata di accesso

Scalinata di accesso al tempio

La visita all’interno e come è fatto il tempio

Vi consigliamo di arrivare un po’ in anticipo rispetto al vostro orario di visita poiché dovrete fare la fila alla biglietteria per la convalida del vostro biglietto e dovrete ritirare i sandali da indossare per accedere al Borobudur. Inoltre, se avete un po’ di tempo a disposizione, potrete approfittarne per fare una bella passeggiata per il parco che circonda il tempio e fare qualche sosta per fare delle foto.

Presso la biglietteria vi assegneranno un numero corrispondente alla vostra guida, che dovrete seguire per l’intero percorso. Considerate che la visita guidata all’interno del tempio ha una durata di almeno un’ora e mezza e, quindi, per visitare tutto il complesso con la giusta tranquillità vi occorreranno almeno tra le due e le tre ore.

Il Borobudur è diviso in 3 sezioni che rappresentano le tre sfere di passaggio per il raggiungimento del Nirvana:

  • Kamadhatu: è la prima sfera, costituita dal basamento di due terrazze, ed è quella del desiderio e, perciò, legata al mondo abitato dalla gente comune. In questo livello sono rappresentate scene in bassorilievi che mostrano il comportamento umano dettato dal desiderio: le sculture rappresentano atti di violenza e rapine;
  • Rupadhatu: questa sfera è costituita da 5 terrazze ed è quella della transizione, in cui l’essere umano abbandona le questioni mondane e i propri desideri ma è ancora vincolato dalla forma. In questi livelli sono presenti più di 300 statue di Buddha (alcune senza testa, per ricordarci che niente è eterno e tutto è di passaggio) e sono presenti più di 1300 rilievi che si estendono per 2,5 km;
  • Arupadhatu: è l’ultimo livello costituito da tre terrazze circolari e l’enorme stupa sulla cima a simboleggiare l’elevazione al di sopra del mondo. Questa è la sfera della non forma e del raggiungimento del Nirvana e simboleggia la purezza, tant’è che questi ultimi livelli presentano meno decorazioni. Le terrazze contengono 72 stupa traforate, all’interno delle quali si trova una statua di Buddha rivolta verso l’interno.
Tempio di Borobudur: le stupa dell'ultimo livello

Le stupa dell'ultimo livello

Tempio di Borobudur: dettagli dei bassorilievi del tempio

Dettagli dei bassorilievi

Tempio di Borobudur: dettagli del sistema di scolo dell'acqua

Statue di Buddha nel livello Kamadhatu

Le regole da rispettare

Per accedere al tempio, è obbligatorio indossare gli appositi sandali di paglia intrecciata disponibili presso uno stand che si trova dopo l’ingresso del parco. Questi sandali sono inclusi nel costo del biglietto e possono essere conservati come souvenir.

All’interno del parco e del tempio, è consentito scattare fotografie, mentre è vietato portare cibo e introdurre animali. Benché non sia una regola ufficiale, si consiglia di indossare indumenti appropriati per il luogo, evitando shorts e top troppo corti: è consigliabile optare per pantaloncini al ginocchio e una maglietta a manica corta.

L’accesso al tempio è ammesso solo in compagnia delle guide locali.

I nostri consigli

Come vi abbiamo già anticipato, vi consigliamo di sfruttare le prime fasce orarie disponibili per la vostra visita, in modo da evitare i grandi affollamenti che ci sono durante le ore centrali della giornata. Inoltre, tenete conto che Giava può essere molto calda, soprattutto in estate, e le giornate possono essere molto afose.

Per questo motivo, vi consigliamo di indossare un cappello per riparare la testa dal sole, poiché nel complesso e nel tempio c’è pochissima ombra, e di portare con voi dell’acqua per idratarvi.

Considerate di dedicare almeno due ore alla visita e non perdetevi l’ingresso del tempio accompagnati da una guida, è un’esperienza fondamentale per poter conoscere appieno lo spirito e la storia del Borobudur.

Fate attenzione all’uscita: il percorso è condizionato e dovrete per forza passare attraverso infiniti bazar e venditori ambulanti che potrebbero farsi un po’ insistenti e approfittarsene se non avete dimestichezza con la moneta locale. Fate molta attenzione agli zaini e alle borse mentre attraversate in questa zona.

Speriamo di avervi fornito informazioni utili per programmare la vostra visita al Borobudur. Noi abbiamo avuto il privilegio di visitarlo con un magnifico tour in bicicletta che ci ha condotto dal Borobudur fino al complesso dei templi di Prambanan con l’agenzia Viavia Jogja ed è stata un’esperienza incredibile.

Rimanete in contatto con noi tramite la newsletter e i canali social e come sempre…trip to try!