VIAGGIO IN INDONESIA FAI DA TE: 12 CONSIGLI UTILI

I CONTENUTI DELL'ARTICOLO

Articoli correlati..

Templi Yogyakarta Borobudur Prambanan - In bicicletta da Borobudur a Prambanan in Indonesia

Spesso, quando si menziona l’Indonesia, la mente corre subito a Bali, ma questo straordinario paese è in realtà composto da migliaia di isole, ciascuna con caratteristiche uniche.

Un viaggio in Indonesia fai da te è un’esperienza unica e vi permetterà di vivere attimi unici, di esplorare i luoghi che più vi interessano e di trascorrere la vostra vacanza in assoluta libertà!

Ecco alcune informazioni essenziali su questo affascinante paese e su come organizzare un viaggio fai da te Indonesia!

Viaggio Indonesia fai da te

Abbiamo fatto un bellissimo viaggio in Indonesia fai da te, visitando alcune isole: Giava, Bali, Nusa Penida e le isole Gili (e un veloce passaggio a Lombok). Ognuna di queste isole ha le sue caratteristiche uniche e le sue tradizioni distintive. In questo articolo, desideriamo offrire alcune informazioni di valore generale su questo fantastico stato asiatico, che potrebbero esservi utili se state programmando un viaggio in Indonesia fai da te e di rispondere ad alcune domande come ad esempio “Come spostarsi in Indonesia?” oppure “è l’Indonesia pericolosa?” o ancora “Quando andare in Indonesia?”!

Viaggio fai da te Indonesia: Pagamenti e moneta Indonesiana

In Indonesia, la moneta indonesiana è la rupia (IDR), e il tasso di cambio è di circa 0,00006 € per 1 IDR (come potete notare la moneta indonesiana ha un potere di acquisto estremamente basso). Per cambiare i vostri soldi e ottenere le rupie, la moneta indonesiana, avete tre opzioni durante il vostro viaggio Indonesia fai da te:

  • Uffici di cambio in aeroporto o in città: all’arrivo in aeroporto o nelle principali città indonesiane, troverete uffici di cambio che vi permetteranno di scambiare valuta estera in rupie indonesiane;
  • Banche: nelle principali città si trovano varie banche presso cui potete cambiare i vostri soldi, ma tenete presente che nelle isole più piccole ci sono solo gli sportelli bancomat;
  • Sportelli bancomat: gli sportelli bancomat sono ampiamente disponibili in Indonesia, soprattutto nelle città ma si trovano anche nelle isole più piccole, anche se non sempre con disponibilità di soldi. È possibile prelevare rupie indonesiane direttamente dagli sportelli bancomat utilizzando una carta di debito o di credito internazionale. 

 

Tuttavia, dovete fare attenzione a due aspetti, soprattutto se state programmando un viaggio fai da te in Indonesia e non avrete “assistenza”:

  • Le banche possono stabilire limiti di prelievo giornalieri e limiti di importo massimo per singolo prelievo. Questi limiti possono variare da banca a banca e sono generalmente molto bassi (al massimo 2.000.000 di rupie, l’equivalente di circa 180 €);
  • A causa dei limiti di prelievo, potreste dover effettuare più transazioni per ottenere l’importo che vi serve, ad esempio per pagare l’alloggio o altre spese. Dopo un certo numero di prelievi consecutivi può capitare che lo sportello non vi restituisca più la carta (a noi è successo al terzo prelievo), quindi, se avete la possibilità, prelevate con carte differenti per non avere intoppi durante il vostro viaggio in Indonesia fai da te.

Ricordate che le commissioni bancarie e i tassi di cambio applicati alle transazioni internazionali possono variare tra le diverse banche e istituti finanziari.

Quale lingua parlare durante il vostro viaggio fai da te Indonesia

In Indonesia, la lingua varia da isola a isola. A Bali, la lingua predominante è il balinese, mentre a Giava si parla principalmente il javanese, e così via. L’inglese è parlato, soprattutto nelle zone maggiormente turistiche, nei locali e nei negozi e nelle banche.

Ecco alcune informazioni su come gestire le comunicazioni durante un viaggio in Indonesia fai da te:

  • Inglese nelle strutture turistiche: nei resort, alberghi, ristoranti e luoghi turistici delle isole più visitate come Bali, Jakarta e Yogyakarta, il personale parla solitamente inglese o almeno comprende le basi;
  • Inglese in luoghi meno turistici: In aree meno frequentate dai turisti, specialmente in alcune parti di Giava o isole più remote, potreste riscontrare difficoltà a trovare persone che parlino inglese. In queste situazioni, un’app di traduzione sul vostro cellulare può essere di grande aiuto per comunicare;
  • Espressioni di base: vi consigliamo di imparare alcune espressioni di base in indonesiano, come “grazie” (terima kasih), “si” (ya), “no” (tidak), e “salve” (halo), può essere utile e apprezzato dai locali.
  • Comunicazione alternativa: anche se non parlate la lingua locale e il vostro interlocutore non parla inglese, la comunicazione non verbale, come gesti e sorrisi, può spesso superare le barriere linguistiche. I locali sono solitamente disponibili e disposti a comunicare con i visitatori stranieri.

Il visto per un viaggio in Indonesia fai da te

Se avete deciso di intraprendere un viaggio in Indonesia fai da te, l’informazione fondamentale che dovete conoscere è che per i viaggiatori in Indonesia a scopo turistico con una permanenza inferiore a trenta giorni, è richiesto un visto che può essere ottenuto all’arrivo pagando una tassa di 500.000 rupie indonesiane. Questo visto può essere prolungato per ulteriori 30 giorni presso l’ufficio immigrazione locale.

Tuttavia, è importante soddisfare due requisiti:

  1. Validità del passaporto: il passaporto deve essere valido per almeno sei mesi dalla data prevista di arrivo in Indonesia.
  2. Biglietto di ritorno: è necessario disporre di un biglietto di ritorno confermato dall’Indonesia.
Il visto può essere acquistato anche in aeroporto al vostro arrivo, ma probabilmente vi chiederanno di pagare in contanti, quindi, come prima cosa vi suggeriamo di fermarvi a prelevare ad un bancomat! 

Come arrivare e muoversi tra le isole durante il vostro viaggio fai da te Indonesia

Gli aeroporti principali in Indonesia per i voli internazionali sono Jakarta, situato a Java, e Denpasar, situato a Bali. Da questi aeroporti, sono disponibili numerosi voli interni che collegano le isole indonesiane, tra cui Lombok e Sumatra.
Il costo di un volo A/R dall’Italia per Jakarta è compreso tra 1.000 e 1.500 € circa, mentre i voli interni hanno un costo che varia tra 60 e 150 €.

Alcune isole remote che non dispongono di aeroporti possono essere raggiunte solo via mare, come ad esempio Nusa Penida o le isole Gili.

Per il trasporto via mare, ci sono tre principali opzioni:

  • Traghetto pubblico: questa è l’opzione più economica, ma potrebbe essere più lenta e meno confortevole. I traghetti pubblici collegano molte delle isole in Indonesia ed è una scelta comune per i viaggiatori locali;
  • Fast boat: le fast boat sono un’opzione più veloce rispetto ai traghetti pubblici, ma solitamente costano di più. La compagnia Eka Jaya è ben nota e considerata affidabile dagli indonesiani e dai turisti. Offrono servizi più rapidi e confortevoli per le isole più popolari.
  • Imbarcazioni private: è possibile prenotare imbarcazioni private tramite guide locali o persone del luogo. Tuttavia, se scegliete questa opzione, è importante assicurarvi che l’imbarcazione sia sicura e affidabile.

La scelta tra quale di queste opzioni scegliere per spostarvi durante il vostro viaggio fai da te in Indonesia dipende dalle vostre preferenze personali, dal vostro budget e dalla destinazione che desiderate raggiungere. Durante il nostro viaggio fai da te in Indonesia abbiamo optato per un volo di linea interno tra Giava e Bali e tra Lombok e Giava, mentre per una fast boat per arrivare da Bali alle Gili e dalle Gili a Lombok.

Prima di prenotare un viaggio in barca, vi consigliamo di informarvi sulle condizioni meteo, soprattutto durante la stagione delle piogge, poiché i trasferimenti in mare potrebbero essere cancellati in caso di mare grosso o brutto tempo.

Viaggio in Indonesia fai da te - Porto di Sanur a Bali in Indonesia

Viaggio in Indonesia fai da te: Porto di Sanur

Come muoversi nell’entroterra in un viaggio in Indonesia fai da te

Nelle isole dell’Indonesia, i mezzi di trasporto più utilizzati dai viaggiatori includono automobili e scooter. Ecco alcune considerazioni sulla scelta del mezzo di trasporto nelle diverse situazioni di un viaggio in Indonesia fai da te:

  • Driver locale: prenotare un autista locale è spesso un’opzione vantaggiosa, specialmente se siete alla ricerca di un’esperienza senza stress e all’insegna della comodità. Un driver locale conosce le strade, può darvi consigli sugli itinerari e aiutarvi a evitare il traffico e le difficoltà legate al parcheggio. Questa opzione è particolarmente utile per gli spostamenti tra le attrazioni turistiche e, generalmente, ha un costo ridotto;
  • Scooter: lo scooter è un mezzo di trasporto comune in molte isole indonesiane, ed è perfetto per piccoli spostamenti, soprattutto nelle zone più affollate o durante le ore serali. È particolarmente popolare a Bali e a Nusa Penida, dove le distanze sono relativamente brevi e lo scooter può essere una scelta economica e pratica;
  • Bicicletta: in alcune isole la bicicletta è l’unico mezzo a disposizione, come alle isole Gili. Vi sconsigliamo di noleggiare la bicicletta in altre isole dove c’è molto traffico;
  • Auto a noleggio: Le condizioni delle strade e il livello di traffico possono variare notevolmente tra le diverse isole indonesiane. Prima di decidere di guidare da soli, è importante informarvi sulle condizioni delle strade, sulle distanze da percorrere e sul livello di traffico;
  • Trasporto pubblico: In alcune isole, come Bali, esiste anche un sistema di trasporto pubblico, sebbene non sia così ampio e organizzato come in altre destinazioni turistiche. I trasporti pubblici includono autobus e minibus.

La guida e il traffico

Guidare in Indonesia può essere un’esperienza unica, ma è importante tenere conto di alcune considerazioni e regole locali. Ecco alcuni aspetti da considerare:

  • Guida a sinistra: in Indonesia, si guida a sinistra, il che può essere diverso da quanto fatto in molti altri paesi. Prima di mettervi al volante, assicuratevi di essere a vostro agio con questa modalità di guida;
  • Traffico intenso: in alcune aree, come Jakarta e alcune parti di Bali, il traffico può essere estremamente congestionato e le code possono essere lunghe. Evitate le ore di punta se possibile e considerate di guidare nelle prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio per evitare il traffico intenso.
  • Guida “all’indonesiana”: gli scooter sono molto comuni in Indonesia, e i conducenti locali hanno uno stile di guida abbastanza “intraprendente”, per cui è importante prestare molta attenzione agli scooter;
  • Condizioni delle strade: nelle principali città e nelle località turistiche, le strade sono generalmente in buone condizioni e ben mantenute. In alcune aree rurali o meno sviluppate, le strade potrebbero essere sterrate. Nell’isola di Bali spesso le strade sono strette, quindi, se potete, evitate auto troppo voluminose;
  • Patente di guida internazionale: per noleggiare un veicolo in Indonesia, è necessario essere in possesso di una patente di guida internazionale. Anche se potreste sentir parlare di autonoleggi che non richiedono questa patente, è importante averla in caso di emergenza o problemi stradali, poiché potrebbe essere richiesta dalle autorità locali o dall’assicurazione;
  • Assicurazione: verificate di avere una copertura assicurativa adeguata per il vostro veicolo, soprattutto se noleggiate una macchina. Verificate i dettagli dell’assicurazione prima di noleggiare un veicolo per garantire una protezione sufficiente in caso di incidenti o danni.

In generale, guidare in questo paese può essere un’esperienza affascinante per esplorare le isole e vivere appieno l’esperienza di un viaggio in Indonesia fai da te, ma è importante essere informati e guidare con prudenza, specialmente in aree con traffico intenso o condizioni stradali meno ideali.

Viaggio in Indonesia fai da te - In bicicletta tra le risaie i villaggi e i campi di Yogyakarta

In bicicletta nei villaggi

Viaggio in Indonesia fai da te - Noleggio scooter per muoversi alla sera a Ubud nell'isola di Bali in Indonesia

In scooter nel centro di Ubud

Becak, mezzo locale di trasporto a Yogyakarta in Indonesia

In becak a Yogyakarta

Situazione sanitaria e vaccinazioni per un viaggio in Indonesia fai da te

La situazione sanitaria in Indonesia può variare notevolmente a seconda delle regioni e delle isole che visitate. Ecco alcune informazioni utili sul tema per organizzare al meglio il vostro viaggio in Indonesia fai da te:

  1. Ospedali e centri medici: gli ospedali principali si trovano nelle isole più grandi e nelle zone turistiche popolari. Nelle isole più remote o meno sviluppate, la presenza di strutture mediche di un certo livello non è assicurata. Sono comunque presenti delle cliniche di emergenza aperte 24/24h;
  2. Assicurazione sanitaria: è fondamentale avere un’assicurazione sanitaria adeguata prima di partire per l’Indonesia. Questa assicurazione dovrebbe coprire le spese mediche in loco, l’evacuazione medica d’emergenza e il rimpatrio in caso di necessità;
  3. Vaccinazioni e profilassi: allo stato attuale non ci sono vaccinazioni obbligatorie per viaggiare in Indonesia. Prima di partire per il vostro viaggio in Indonesia fai da te, consultate il vostro medico o un centro per le vaccinazioni per verificare se sono consigliate vaccinazioni specifiche o profilassi contro malattie come l’epatite A, il tifo, la malaria o altre malattie tropicali;
  4. Precauzioni per la salute: durante il viaggio, seguite le consuete norme igieniche e prendete precauzioni per evitare malattie, come bere acqua in bottiglia sigillata, evitare cibo crudo o poco cotto, utilizzare repellenti per insetti e proteggersi dal sole;
  5. Farmacie e farmaci: nelle zone turistiche più sviluppate, troverete farmacie ben fornite. Ad ogni modo, vi consigliamo di portare con voi un piccolo kit di pronto soccorso con farmaci comuni come antidolorifici, antidiarroici, antiemetici e medicazioni.

Il clima in Indonesia: quando andare

Le condizioni climatiche in Indonesia possono variare notevolmente a seconda delle regioni e delle stagioni. Ecco alcune indicazioni sul clima in Indonesia:

  • Isole settentrionali (Sumatra, Kalimantan, ecc.): queste regioni sono caratterizzate piogge frequenti durante tutto l’anno. Le temperature tendono a rimanere costanti, senza grandi oscillazioni tra l’estate e l’inverno;
  • Isole meridionali (Lombok, Bali, Giacarta, ecc.): nelle isole meridionali, le temperature sono generalmente costanti, con leggere variazioni durante l’anno. La stagione delle piogge di solito si verifica nei mesi invernali, mentre i mesi estivi tendono ad essere più asciutti. Tuttavia, le condizioni climatiche possono variare da un anno all’altro, e il clima in Indonesia potrebbe non rispecchiare esattamente le previsioni medie, come periodi di pioggia più intensa in mesi inaspettati, come luglio.

Come potete vedere il clima in Indonesia varia notevolmente a seconda dell’isola che decidete di visitare, ma il vostro viaggio in Indonesia fai da te prevede una vacanza nelle isole meridionali, dovreste trovare le stesse condizioni meteorologiche un po’ ovunque.

Nonostante sia la stagione delle piogge, molte persone considerano il mese di aprile come un buon periodo per visitare Bali e altre isole, dato lo scarso affollamento turistico e le piogge sono comunque di breve durata.

A settembre il clima in Indonesia prevede la stagione delle piogge più intensa.

In generale, possiamo dire che la risposta alla domanda “Indonesia quando andare?” è che il periodo compreso tra maggio agosto è quello con la maggiore probabilità di trovare un ottimo clima in Indonesia.

La religione

L’Indonesia è uno stato a prevalenza musulmana, ad eccezione di Bali che è un’isola induista. Avere rispetto delle varie religioni durante un viaggio in Indonesia fai da te è una delle regole fondamentali. 

Per questo motivo, se vi recate in isole come Giava, prevedete un abbigliamento che non sia ritenuto offensivo per la cultura musulmana: ad esempio, nei luoghi pubblici o di culto non usate canottiere o shorts super attillati, mentre una maglietta a manica corta e un paio di pantaloncini al ginocchio sono perfetti.
Allo stesso modo, sappiate che farete fatica a trovare bevande alcoliche nelle isole musulmane.

Viaggio in Indonesia fai da te - Tempio hinduista sull'isola di Bali in Indonesia

Viaggio in Indonesia fai da te: Tempio induista a Bali

Il cibo

La cucina indonesiana è ricca di sapori e piatti deliziosi che vale la pena provare durante il vostro viaggio in Indonesia fai da te. Ecco alcuni piatti tipici e suggerimenti per esplorare la cucina locale:

  • Nasi Goreng: il riso fritto è uno dei piatti più iconici dell’Indonesia. È preparato con riso saltato in padella con vari ingredienti come uova, verdure, pollo o gamberetti;
  • Mie Goreng: i noodles fritti sono un altro piatto popolare, arrivati in Indonesia dalle influenze asiatiche. Sono simili al nasi goreng ma preparati con noodles invece di riso;
  • Nasi Campur: questo piatto ha come ingrediente di base il riso bianco a cui vengono aggiunte varie portate che possono includere carne, verdure, uova sode, arachidi e altro ancora;
  • Satay: si tratta di spiedini di carne, di solito di pollo, marinati e cotti alla griglia, sono serviti con una deliziosa salsa di arachidi. Sono uno spuntino delizioso e molto diffuso. Troverete i satay ovunque, ma proprio ovunque: a Giava ci è capitato di vedere anche persone in scooter con una griglia al posto del bauletto già accesa e pronta;
  • Rendang: questo piatto consiste in uno stufato di carne di manzo cotta lentamente con una miscela di spezie, tra cui il peperoncino, fino a diventare tenera e saporita.

Per provare la cucina indonesiana autentica, vi consigliamo di cercare i warung locali, dove potete gustare piatti tradizionali a prezzi accessibili.

Se invece avete voglia di una cucina più varia, non faticherete a trovare ristoranti di ogni tipo, anche indonesiani ma che, oltre ai piatti tipici, offrono rivisitazioni delle loro ricette e piatti internazionali come hamburger, pizza o piatti di carne o pesce alla griglia. Il nostro consiglio è sempre quello di provare i piatti tradizionali per poter gustare appieno la cultura locale (in questa località fate attenzione al chili!) e vivere appieno l’esperienza di un viaggio in Indonesia fai da te.

Viaggio in Indonesia fai da te - Cena internazionale in un resort di lusso a Bali in Indonesia

Viaggio in Indonesia fai da te: Cena in ristorante internazionale a Bali

Viaggio in Indonesia fai da te - Cucina tradizionale in Indonesia a base di noodles nel Mie Goreng

Viaggio in Indonesia fai da te: Colazione dei campione con i Mie Goreng!

Viaggio in Indonesia fai da te - Cucina locale in Indonesia a base di riso con il Nasi campur

Viaggio in Indonesia fai da te: Nasi Campur

I costi

Da quello che abbiamo potuto constatare durante il nostro viaggio in Indonesia fai da te, Giava è stata l’isola più economica, mentre le isole Gili sono state più “costose”, con Bali che si è collocata in mezzo.

Ad ogni modo, il costo della vita in Indonesia è molto basso, ecco alcuni esempi:

  • Mangiare in un warung: da 3 a 5 euro a testa;
  • Mangiare in un ristorante di medio livello: da 10 a 30 euro a testa;
  • Mangiare in un ristorante di alto livello: da 30 a 60 euro a testa (nei resort un’altra storia, ci sono esperienze che possono arrivare anche a più di 100 euro);
  • Costo di una birra piccola: circa 2 euro, ma è molto variabile;
  • Costo per l’entrata nei templi a Bali: circa 1 euro;
  • Costo di un taxi per un tragitto di circa 20-30 minuti: dai 10 ai 15 euro;
  • Costo di una bottiglietta di acqua: da 0,50 a 1 euro.

Ci sono alcune cose che però costano di più rispetto all’Europa, come il vino e le sigarette: ad esempio, una bottiglia di vino ha un costo minimo di 25-30 euro.

Il costo di un viaggio in Indonesia fai da te può variare considerevolmente, soprattutto in base alle strutture dove decidete di soggiornare ma potete prendere come riferimento un costo medio di 3.000 € a persona per due settimane.

 

La sicurezza: è l’Indonesia pericolosa?

Molte persone, e soprattutto coloro che intendono programmare un viaggio Indonesia fai da te, si fanno la domanda “Indonesia pericolosa?”: in vari siti, tra cui quello della Farnesina, ci sono varie informazioni “allarmanti” circa la sicurezza in Indonesia.

La nostra risposta è no, ma non abbiamo visitato tutta l’Indonesia per cui possiamo parlare solo per Giava, Bali, Nusa Penida, Lombok e le isole Gili.

In generale, la nostra percezione è sempre stata quella di sicurezza, non ci siamo mai ritrovati in situazioni “strane” o che ci hanno allertato.

Ovviamente, come in tutti i paesi del mondo, bisogna avere le classiche accortezze, come non indossare gioielli vistosi, non passeggiare in orari notturni nelle periferie delle città o in zone non abitate e non lasciare niente in vista se avete la vostra macchina.

Quindi, in conclusione, la nostra risposta alla domanda “Indonesia pericolosa?” è no, ma siate comunque attenti durante il vostro viaggio in Indonesia fai da te!

Con questo articolo speriamo di avervi dato delle informazioni utili generali per programmare il vostro viaggio in Indonesia fai da te e, se volete approfondire, vi consigliamo di leggere anche gli articoli correlati! L’organizzazione di un viaggio in Indonesia fai da te può essere un po’ complicata, soprattutto se decidete di visitare più isole e se avete bisogno di altre informazioni non esitate a contattarci. Vi auguriamo una buona lettura e come sempre…trip to try!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora CONDIVIDI subito sul tuo social preferito!

Facebook
Pinterest
WhatsApp

Oppure

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli..

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments