MAURITIUS FAI DA TE 8 CONSIGLI UTILI

I CONTENUTI DELL'ARTICOLO

Articoli correlati..

Le terre colorate di Chamarel a Mauritius

Quando si pensa a Mauritius, spesso vengono in mente immagini di spiagge paradisiache, palme, resort di lusso e viaggi di nozze. Ma è possibile permettersi un viaggio in questa fantastica isola senza dover necessariamente optare per un tour organizzato? La risposta è sì.

Nel nostro articolo, condivideremo alcuni consigli utili per organizzare un fantastico viaggio a Mauritius fai da te.

Non essendo soliti optare per resort di lusso, Mauritius non era mai stata una meta che avevamo considerato per un viaggio itinerante e low cost. Tuttavia, facendo alcune ricerche, ci siamo resi conto che la nostra percezione era sbagliata.

Così, dopo una pianificazione attenta, abbiamo prenotato un viaggio di 10 giorni per scoprire questo paradiso. In questo articolo, condivideremo informazioni utili per organizzare il vostro viaggio a Mauritius fai da te e vi daremo risposte alle classiche domande “Mauritius quando andare?” o “Come arrivare a Mauritius?” o ancora “Mauritius dove dormire?”.

Qualche info per un viaggio a Mauritius fai da te

Mauritius è un’isola situata nell’Oceano Indiano, ad est del Madagascar, ed è un’unica isola, non un gruppo di isole (è una sola isola quindi smettete di dire “vado alle Mauritius”!). È diventata una repubblica alla fine degli anni ’60, dopo essere stata una colonia britannica e aver passato vari periodi sotto il controllo di Francia e Olanda. Inoltre, l’isola ha una storia di immigrazione da paesi come l’India, il che si riflette nella lingua creola mauriziana, una fusione di diverse lingue e sulla varietà di etnie che convivono in quest’isola.

La capitale è Port Louis, situata sulla costa occidentale dell’isola, e ci vuole circa un’ora e mezza in auto per attraversare l’intera isola da nord a sud. L’isola è rinomata per le sue splendide spiagge, ma l’entroterra, sebbene meno conosciuto, è ricco di luoghi da esplorare e conoscere.

Clima Mauritius quando andare

Il nostro viaggio a Mauritius fai da te si è svolto a settembre, un periodo in cui a Mauritius sta finendo l’estate e si va verso l’inverno ma, intendiamoci, l’inverno nell’isola, è caratterizzato da temperature costanti intorno ai 25-26 °C durante il giorno e la notte, quindi, è un clima molto piacevole e diverso dai nostri rigidi inverni. Può capitare che si verifichino brevi rovesci di pioggia durante il giorno, ma di solito durano poco.

Parlando con le persone del posto, ci hanno raccontato che a luglio, che è considerato l’alta stagione turistica, l’isola è affollata e molte attività potrebbero non essere disponibili perché già al completo.

Pertanto la risposta alla domanda “Clima Mauritius quando andare?” è che, se vi è possibile, vi consigliamo di programmare il vostro viaggio Mauritius fai da te a settembre, quando c’è meno afflusso turistico e il clima è ancora molto piacevole.

Inoltre, ci hanno informato che a gennaio e febbraio ci possono essere forti piogge e tempeste, che possono causare interruzioni di corrente e impossibilità negli spostamenti. Quindi, se state pianificando il vostro viaggio, cercate di evitare questo periodo.

Mauritius fai da te - Mauritius quando andare Sabbia bianca e mare azzurro nella spiaggia di Le Morne a Mauritius

Viaggio Mauritius fai da te: Nuvole passeggere a Mauritius

Come arrivare a Mauritius fai da te

I voli che collegano l’Italia a Mauritius sono principalmente operati da due compagnie aeree: Air Mauritius, la compagnia di bandiera dell’isola, ed Emirates.

Nel caso del nostro viaggio a Mauritius fai da te, abbiamo optato per Air Mauritius e abbiamo avuto un’esperienza molto positiva. I voli sono stati puntuali, il personale di bordo è stato gentile e il cibo servito era di ottima qualità. Il costo del biglietto si è aggirato attorno ai 600 € a persona, ma dovete considerare che settembre è un periodo di bassa stagione.

I voli con Air Mauritius fanno uno scalo a Parigi, presso l’aeroporto Charles de Gaulle, prima di proseguire direttamente per l’isola. Quindi, il viaggio si divide in due segmenti: una tratta di circa 1 ora e mezza fino a Parigi, seguita da un volo di circa 11 ore da Parigi  all’aeroporto di Mahebourg, il principale scalo aeroportuale dell’isola.
D’altra parte, la rotta di Emirates prevede uno scalo a Dubai, con due tratte di circa 5-6 ore ciascuna. La scelta tra queste due opzioni dipende dalle vostre preferenze personali e dalla disponibilità di voli al momento della prenotazione.

La moneta

La valuta ufficiale è la rupia mauriziana, con un tasso di cambio che equivale a circa 2 centesimi di euro.

Durante il nostro viaggio a Mauritius fai da te, abbiamo scambiato denaro sia all’aeroporto che in una banca locale e il tasso di cambio presso la banca è stato più vantaggioso rispetto a quello offerto all’aeroporto.

Molti locali accettano il pagamento in euro, soprattutto se si tratta di banconote e non di monete. Inoltre, è possibile utilizzare la carta di credito praticamente ovunque sull’isola, il che rende comodo il pagamento e limita la necessità di avere grandi quantità di contanti in rupie mauriziane con sé.

Le strade

Per esplorare l’isola in modo indipendente durante il nostro viaggio a Mauritius fai da te, abbiamo scelto di noleggiare una macchina da una compagnia locale chiamata Monet Car Hire. Abbiamo avuto un’esperienza molto positiva con questa compagnia: la macchina era in ottimo stato, il prezzo del noleggio è stato conveniente, e ciò che è stato particolarmente apprezzato è che non ci è stata richiesta alcuna cauzione.

All’uscita dall’aeroporto, siamo stati accolti da Jean, un rappresentante della compagnia, che ci ha accompagnato alla macchina. Jean ci ha anche dato la possibilità di fare una breve prova di guida per abituarci alla guida a sinistra, in quanto l’isola segue la guida inglese.

Successivamente, ci ha portato a un distributore di benzina dove abbiamo fatto rifornimento e acquistato una scheda SIM locale per i nostri telefoni. 

Le strade sull’isola sono generalmente ben tenute, anche se potrebbe mancare l’illuminazione nelle strade secondarie di notte.

Sulle strade principali, che sono simili alle autostrade e hanno più corsie, c’è un’illuminazione adeguata e segnaletica chiara. Non abbiamo incontrato problemi di traffico o code, e la guida sull’isola è stata rilassata e tranquilla, senza guidatori spericolati.

Mauritius fai da te - Alla guida in macchina nelle strade fiancheggiate da alberi a Mauritius

Strada secondaria a Mauritius

Criminalità

Cosa? Quale criminalità?
A Mauritius, i problemi legati alla criminalità sono estremamente rari. Naturalmente, come in qualsiasi parte del mondo, non possiamo dire che siano totalmente assenti, ma la sensazione di sicurezza sull’isola è notevolmente alta.

Durante il nostro viaggio a Mauritius fai da te, non abbiamo mai avuto l’impressione di trovarci in una situazione pericolosa.
Le persone del luogo sono incredibilmente cordiali e solari.

Un aspetto interessante di Mauritius è la sua diversità religiosa, dove chiese cristiane coesistono accanto a moschee e templi induisti. Ancora più sorprendente è il fatto che, durante le festività religiose, le persone di tutte le fedi festeggino insieme. È una testimonianza della tolleranza e dell’armonia interreligiosa che caratterizzano l’isola. Incredibile eh?
Se non ci credete controllate sul sito viaggiare sicuri.

Mauritius dove dormire

Per ottimizzare gli spostamenti, abbiamo scelto di prenotare un alloggio al nord per la prima parte e un alloggio al sud per la seconda parte. Questo ci ha permesso di ridurre i tempi di viaggio, dato che le distanze tra le due estremità dell’isola richiedono circa un’ora o un’ora e mezza di auto, e di esplorare più agevolmente i luoghi di interesse che erano distribuiti in diverse aree.

Nella parte nord abbiamo scelto la località di Mont Choisy, mentre a sud abbiamo soggiornato vicino a Blue Bay.
Entrambi gli alloggi, prenotati tramite Booking.com, si sono rivelati eccellenti. Erano puliti, ben tenuti e dotati di tutti i comfort necessari per rendere il nostro soggiorno piacevole.

Il costo degli alloggi è stato estremamente basso, probabilmente perché in bassa stagione, abbiamo speso all’incirca 50 € a notte per alloggio.

In generale, vi consigliamo di soggiornare in zone servite da negozi, supermarket e ristoranti e non isolate, in modo da non dover utilizzare la macchina per ogni necessità.

Dove mangiare

Per quanto riguarda i pasti, durante la giornata optavamo per un pranzo leggero con panini farciti acquistati al mattino (vi consigliamo la deliziosa panetteria chiamata Le Fournil a Grand Baie). Lì potevamo fare colazione con croissant deliziosi e acquistare baguette di ottima qualità per il pranzo.

In alternativa, sulle spiagge, trovavamo spesso camioncini che vendevano cibo take-away di ottima qualità.

Per la cena, preferivamo cenare fuori, tranne in un’occasione in cui abbiamo optato per il cibo da asporto.

La cucina mauriziana è influenzata da diverse culture, tra cui quella asiatica (con piatti come gli udon), indiana (con specialità come le samosa) e, naturalmente, africana.

Abbiamo trovato conferma che la scelta migliore era gustare la cucina locale, come in ogni luogo estero. La volta in cui abbiamo mangiato peggio e speso di più è stata in un ristorante internazionale, mentre la miglior esperienza culinaria è stata in un ristorante tipico dove abbiamo potuto assaporare il piatto tradizionale dei matrimoni mauriziani chiamato Seven Curries.

Mauritius fai da te - Pranzo take away con cibo locale a Mauritius

Viaggio Mauritius fai da te: Pranzo street food

Mauritius fai da te - Mauritius dove dormire - Spazioso e pulito appartamento in affitto a Mauritius

Viaggio Mauritius fai da te: Uno dei nostri alloggi

Mauritius fai da te - Piatto della cucina locale di Mauritius seven curries

Viaggio Mauritius fai da te: Seven curries

Speriamo che questo articolo vi abbia spronato e invogliato a programmare il vostro viaggio a Mauritius fai da te! 

Volete sapere qualcosa di più su questa fantastica isola? Vi rimandiamo ai nostri articoli correlati, in cui vi parliamo delle meravigliose spiagge di Mauritius, dell’entroterra e delle esperienze che ha da offrire e a una proposta di itinerario da seguire! Rimanete in contatto con noi e soprattutto…trip to try!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora CONDIVIDI subito sul tuo social preferito!

Facebook
Pinterest
WhatsApp

Oppure

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli..

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments