SELLARONDA O GIRO DEI 4 PASSI: 6 CONSIGLI E INFO UTILI

I CONTENUTI DELL'ARTICOLO

Articoli correlati..

Dove mangiare in val pusteria - Tagliere in legno con affettati misti e formaggi serviti nella baita Hoffstatt Alm ad Anterselva in Val Pusteria

Il giro dei quattro passi è uno dei percorsi più belli e panoramici che si possano fare con sci (o snowboard) ai piedi (e senza mai staccarli) in un’unica giornata, passando dal Veneto al Trentino e all’Alto Adige.

Se siete amanti delle belle piste e dei paesaggi non potete perdervi una giornata dedicata a percorrere i 40 km del Sellaronda!

Come è fatto il giro dei 4 passi (o giro del Sellaronda)

Il percorso conosciuto come “I 4 passi” prende il nome dai quattro passi montani che attraversa e circondano il gruppo del Sella, offrendo una straordinaria avventura nelle Dolomiti. I quattro passi sono:

  1. Passo Pordoi: situato tra le località di Canazei e Arabba, questo passo è una tappa fondamentale del percorso;
  2. Passo Campolongo: collega Arabba a Corvara e rappresenta un altro punto chiave del Sellaronda;
  3. Passo Gardena: questo passo collega Corvara a Selva di Val Gardena ed è rinomato per i paesaggi che offre;
  4. Passo Sella: situato tra Selva di Val Gardena e Canazei, questo passo completa il giro del Sellaronda.

È possibile percorrere il Sellaronda sia in senso orario che antiorario, ognuno dei quali ha i suoi vantaggi e sfide. Il percorso antiorario, noto come “giro verde”, offre più chilometri di piste sciabili rispetto ai chilometri di impianti di risalita, ma, purtroppo, prevede alcune piste chiamate dagli sciatori “piattoni”. Il percorso orario, ovvero il “giro arancione”, consente di evitare alcune piste più impegnative e offre la possibilità di salire a Porta Vescovo, da cui si può scendere lungo una bellissima pista nera.

La scelta tra i due giri dipende dalle preferenze personali e dalla voglia di sperimentare diverse piste e paesaggi. Inoltre, entrambi i giri offrono opportunità per deviazioni e andare a sciare su piste famose, come la Gran Risa o la Saslong.

Impianti e piste da sci

Il percorso del Sellaronda offre una varietà di piste sciistiche con diversi livelli di difficoltà. Alcune di queste piste sono classificate come rosse (medie) e persino nere (difficili), il che significa che il percorso non è adatto ai principianti. La capacità di affrontare con sicurezza le piste rosse e nere è fondamentale per godere appieno dell’esperienza.

Inoltre, è essenziale considerare che la distanza effettiva delle piste sciabili è di circa una ventina di chilometri se si segue il percorso principale senza deviazioni (volontarie o accidentali). Pertanto, vi consigliamo di essere ben preparati fisicamente e avere una certa esperienza sulla neve prima di intraprendere questa avventura.

Presso le biglietterie e i principali impianti di risalita sono disponibili delle cartine gratuite, che sono molto utili per orientarvi e avere un’idea della distanza che avete percorso e quella da percorrere per tornare al punto di partenza. Queste cartine forniscono una mappa dettagliata degli impianti di risalita nella zona in cui vi trovate, nonché una mappa specifica per il Sellaronda. In alternativa, potete scaricare la mappa online tramite questo link.

Panorama sulla Val di Fassa dalla cima del Col Rodella a Campitello nel comprensorio del Sellaronda

Vista sul Val di Fassa

Lo skipass

Per affrontare l’entusiasmante percorso del Sellaronda, è essenziale procurarsi uno skipass Dolomiti Superski. Questo perché il percorso attraversa diverse aree sciistiche, tra cui Arabba, Val di Fassa, Val Gardena e Val Badia, e lo skipass Dolomiti Superski vi darà accesso a tutti questi comprensori.

Potete acquistare in anticipo lo skipass dal sito ufficiale di Dolomiti Superski per avere un piccolo sconto, dato anche l’aumento dei prezzi negli ultimi anni. Inoltre, alcuni hotel e strutture turistiche offrono il servizio di consegna dello skipass direttamente in hotel, il che può essere molto comodo. Potete verificare se la struttura che avete scelto offre questo servizio al momento dell’acquisto.

Altrimenti, potete ritirare il vostro skipass presso le casse degli impianti direttamente sulle piste. Per informazioni sul prezzo dello skipass e l’acquisto potete cliccare su questo link

Quanto tempo ci vuole

Tutto il percorso è ben segnalato, il che rende difficile smarrirsi lungo il cammino. Tuttavia, come si dice, “meglio prevenire che curare”, quindi è sempre consigliabile tenere un margine di tempo sufficiente per tornare alla vostra base. I cartelli che segnalano il percorso sono facilmente identificabili perché sono dello stesso colore del giro che state seguendo (verde o arancione) e riportano un simbolo con una freccia circolare identificativa del percorso.

Il tempo stimato per completare il giro del Sellaronda per sciatori di livello intermedio è di circa 4 ore. Tuttavia, dovete tenere presente che le condizioni della neve e il numero di sciatori sulla pista possono influenzare la velocità del vostro percorso (ad esempio nei periodi di alta stagione potreste fare code lunghe in alcuni impianti di risalita, come quello che sale a Porta Vescovo).

Un consiglio prezioso è quello di assicurarsi di essere all’ultimo passo del percorso intorno alle 15:00 – 15:30 del pomeriggio. Questo vi garantirà di avere abbastanza tempo per scendere a valle in modo sicuro prima che la luce naturale inizi a diminuire e che gli impianti chiudano.

Giro dei 4 passi sci o snowboard?

Il giro dei 4 passi o giro del Sellaronda è un percorso che può essere affrontato senza problemi sia con gli sci che con lo snowboard. Ci sono alcuni passi che presentano i classici “piattoni”, uno fra tutti Città dei Sassi, ma in linea di massima tutto il percorso è relativamente facile da affrontare anche per snowboarders con una preparazione intermedia. Nel complesso il percorso non è estremamente lungo (ovviamente se non si sbagliano gli impianti) quindi consente sia a sciatori sia a snowboarders di sfruttare al meglio le fantastiche piste, dalle nere più battute ai “bordopista” per fare qualche trick o surfare un po’ di powder con il vostro snowboard. 

Come sempre è bene essere consapevoli della propria preparazione, studiare bene i collegamenti prima di partire e partire di buon’ora per non trovarsi in difficoltà con i tempi! 

Attenzione al meteo!

Inoltre, altra cosa super importante, occorre sempre controllare alla mattina quali sono le condizioni meteo, soprattutto quelle del vento. Può capitare che al pomeriggio in alcune zone ci sia vento forte, per cui alcuni impianti vengono chiusi. Lungo il percorso ci sono schermi che vi aggiornano sullo stato del giro, sulle piste aperte e su eventuali chiusure di impianti e previsioni per le ore a seguire.

Dato che il Sellaronda è un percorso che attraversa diverse zone e versanti montani, può accadere che le condizioni meteo siano molto diverse tra loro da una valle all’altra.

In definitiva, la sicurezza è fondamentale quando si tratta di attività in montagna, e prendersi il tempo per valutare le condizioni meteo e adottare le precauzioni necessarie è essenziale per potervi godere il Sellaronda.

Prenotare una guida alpina

Se non vi sentire sicuri ad affrontare il percorso del Sellaronda per la prima volta da soli, potete optare per prenotare una guida alpina. Una guida alpina esperta non solo vi aiuterà a evitare di perdervi lungo il percorso, ma renderà anche l’intera esperienza ancora più coinvolgente dandovi informazioni sulle montagne che attraverserete.

Inoltre, una guida alpina è una risorsa preziosa in caso di emergenza o situazioni impreviste, garantendo la vostra sicurezza lungo il percorso. Quindi, se siete alle prime armi o volete semplicemente arricchire la vostra esperienza, considerate seriamente l’opzione di prenotare una guida alpina per il vostro giro del Sellaronda. Sarà un investimento che renderà la vostra avventura ancora più memorabile e rilassante.

Se siete interessati, contattateci e saremo felici di darvi il riferimento di una guida alpina molto brava e professionale.

In questo articolo abbiamo cercato di darvi tutte le informazioni importanti sul Sellaronda e speriamo di avervi invogliato a passare una giornata a scoprire questo percorso! Come abbiamo scritto, essere consapevoli del proprio livello tecnico sugli sci o la tavola e della propria resistenza fisica è fondamentale per poter passare un’esperienza indimenticabile tra i 4 passi. Buona sciata e…trip to try!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora CONDIVIDI subito sul tuo social preferito!

Facebook
Pinterest
WhatsApp

Oppure

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli..

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments