9 COSE DA FARE A VALENCIA

I CONTENUTI DELL'ARTICOLO

Articoli correlati..

VALENCIA DI NOTTE E UMBRACLE - La Città delle Arti e delle Scienze illuminata di notte

Valencia è una città ridente e solare situata sulla costa meridionale della Spagna, nota per il suo clima soleggiato, il mare e la ricca cultura. Se state pianificando un viaggio a Valencia, ci sono alcune esperienze e luoghi che non dovete assolutamente perdere.

In questo articolo, vi guideremo attraverso le attrazioni principali e le attività imperdibili per una vacanza indimenticabile in questa bellissima città.

Abbiamo trascorso alcuni giorni esplorando Valencia durante la primavera ed è stata un’esperienza molto divertente e rilassante. Valencia offre una vasta gamma di esperienze, tra storia, mare e divertimento, nonostante le sue dimensioni compatte. Dall’innovativo quartiere della Città delle Arti e delle Scienze al suggestivo centro storico, vi presentiamo una lista di attività che vi consentiranno di vivere ogni sfaccettatura di questa città!

La prima delle cose da fare a Valencia: Visitare il centro storico di Valencia

La prima delle cose da fare a Valencia, per familiarizzare con la città e viverne lo spirito, è andare a visitare il centro storico di Valencia e fare una passeggiata per i suoi vicoli. Le dimensioni del centro storico di Valencia sono contenute e in una giornata di passeggiata è possibile visitare tutti i principali luoghi d’interesse:

  • Plaça de la Reina: una delle piazze centrali di Valencia, con vista sulla Cattedrale e il campanile Micalet. Le sue strade sono fiancheggiate da palme, con negozi e bar che offrono spazi all’aperto ideali per una pausa caffè o per gustare una rinfrescante Agua de Valencia;
  • Plaça de la Verge: situata dall’altra parte della Cattedrale rispetto alla Plaça de la Reina, questa piazza è il cuore storico della città. Anche se più piccola, è una graziosa piazza pedonale completamente pavimentata in marmo rosa, al centro della quale si trova la Fontana del Turìa. Attorno alla piazza si ergono la Cattedrale, il Palazzo del Governo e la Basilica della Virgen de los Desamparados.
  • Calle dels Cavalleres e Calle de Calatrava: queste due vie principali del centro storico si intersecano a 90 gradi e sono affiancate da numerosi negozi e locali o da piazzette verdi con distese di tavolini;
  • Barrio del Carmen: questo quartiere si trova a nord del centro storico ed è famoso per i suoi vicoli intricati, che rendono le passeggiate in questa zona molto suggestive. È anche noto per la sua vivacità, con numerosi locali che restano aperti anche di sera.
  • Mercato Centrale: è il mercato più importante di Valencia e si trova in un edificio storico di cui vi parleremo più dettagliatamente in seguito.
Cose da fare a Valencia - Una giornata di sole sulla Plaça de la Reina e sul Micalet di Valencia

Plaça de la Reina, con vista sulla Cattedrale e sul Micalet

Visitare la Cattedrale di Valencia e salire sul Micalet

La Cattedrale di Valencia sorse nel XIII secolo sui resti di una moschea preesistente. Si tratta di una cattedrale gotica, che nel corso dei secoli subì diverse trasformazioni. L’interno della Cattedrale è un luogo da non perdere, con i suoi affreschi dell’Altare Maggiore, scoperti di recente, e la presunta custodia del “Santo Graal”, conservato in una cappella dedicata. Il campanile della Cattedrale, noto come il Micalet, venne aggiunto in un secondo momento, con una costruzione che incontrò alcune difficoltà. Per raggiungere la cima del Micalet, preparatevi a salire oltre 200 gradini, ma la vista panoramica che si gode dalla cima ripaga ampiamente di questo sforzo!

Mangiare una paella valenciana

Una visita a Valencia non può dirsi completa senza gustare una vera paella valenciana, per cui questa è una delle cose da fare a Valencia obbligatoriamente. Ormai, questo piatto può essere trovato in molti ristoranti, ognuno con le proprie varianti per accontentare i gusti di tutti: paella di carne, paella di pesce, paella mista di carne e pesce, paella di verdure, e così via. I ristoranti tradizionali si trovano ovunque, dal centro storico fino alla spiaggia di La Malvarrosa. L’offerta è ampia, ma quali sono le radici di questa deliziosa specialità?

La paella ha le sue origini nella tradizione umile e contadina della regione. Si preparava con il riso coltivato in abbondanza nella zona chiamata “Albufera,” situata a sud di Valencia, e venivano aggiunti gli ingredienti disponibili in loco, come il pollo, il coniglio e le verdure. La paella veniva cotta nel caratteristico tegame, un derivato della padella, da cui prende il nome, ma con due maniglie anziché un manico singolo.

Visitare il Mercato Coperto Valencia

Il Mercato Coperto Valencia è uno dei più grandi mercati coperti europei dedicati a prodotti freschi. Una visita a questo luogo non è semplicemente un passaggio al mercato, ma una vera e propria esperienza di immersione nella gastronomia valenciana. È un piacere perdersi nei suoi infiniti corridoi, tra le bancarelle che offrono frutta dai colori vivaci, pesce fresco, prelibatezze come il jamon, varietà di spezie e molto altro ancora.

Lo straordinario mercato coperto di Valencia è ospitato in un edificio moderno caratterizzato da acciaio e vetro, situato di fronte al Mercato della Seta, e rimane aperto tutti i giorni, tranne la domenica. Gli orari di apertura vanno dalla mattina alle 7 fino al pomeriggio alle 15, offrendo agli appassionati di cibo un’opportunità di esplorare e assaporare le prelibatezze locali nei ristoranti che si trovano all’interno del mercato.

Visitare la Città delle Arti e delle Scienze e l’Oceanografic

Una delle cose da fare a Valencia, se non la prima, è andare a visitare la famosissima Città delle Arti e delle Scienze di Valencia. La Città delle Arti e delle Scienze, oggi simbolo di Valencia, è un’opera che è stata costruita recentemente: il progetto ha avuto inizio nel 1996, grazie ai due talentuosi architetti Santiago Calatrava e Félix Candela, e si è concluso nel 2009. La concezione di base era quella di plasmare una città all’interno della città, seguendo i principi dell’architettura organica, che cerca l’armonia tra ciò che è artificiale e costruito e il naturale. In particolare, gli edifici che compongono questa straordinaria complessità traggono ispirazione dall’anatomia umana e dal mondo marino:

  • L’Hemisfèric: questo edificio ricorda la forma dell’occhio umano ed è la casa di un cinema digitale 3D;
  • L’Umbracle: un giardino all’aperto con 99 archi alti 18 metri;
  • Il Museo della Scienza e della Tecnica Principe Felipe: questo museo ha una forma che richiama un’onda che si tuffa sulla sottostante piscina lunga quanto l’edificio stesso;
  • Il Palau de les Artes Reina Sofia: le forme di questo edificio richiamano sia un cranio umano che una barca ed è la sede del Teatro dell’Opera di Valencia;
  • L’Oceanogràfic: questo complesso è il luogo più visitato della Città delle Arti e delle Scienze, un enorme acquario che ospita una vasta gamma di specie in ecosistemi accuratamente ricreati;
  • L’Agorà: come dice il nome, si tratta di una piazza coperta dalla forma ellittica che assomiglia al dorso di un pesce emergente dall’acqua, utilizzata per proiezioni, rappresentazioni, mostre ed eventi;
  • Il Ponte l’Assut de L’Or: questo audace ponte di Calatrava è una delle opere ingegneristiche più sorprendenti ed è ancora oggetto di studio in tutto il mondo.

Se siete interessati a scoprire di più sulla Città delle Arti e delle Scienze, vi invitiamo a rimanere aggiornati sul nostro sito, dove presto pubblicheremo un articolo dedicato con un focus speciale sull’Oceanogràphic.

Cose da fare a Valencia - L'acquario blu e moderno dell'Oceanogràfic di Valencia

Oceanogràfic

Cose da fare a Valencia - Gli edifici moderni della Città delle Arti e delle Scienze di Valencia

La città delle Arti e delle Scienze

Cose da fare a Valencia - La colorate bancarelle di alimenti del mercato coperto di Valencia

Il Mercato Coperto Valencia

Salire sulle Torres de Serrans nel centro storico di Valencia

Le Torres de Serrans, così come le Torres de Quart, sono antiche torri difensive costruite durante l’epoca medievale ai confini della città di Valencia. Queste torri sono straordinariamente ben conservate e offrono la possibilità di essere visitate ogni giorno e di salire in cima per godere della vista panoramica sulla città.

Passare una serata all’Umbracle

L’Umbracle, di cui vi abbiamo già parlato nel capitolo dedicato alla Città delle Arti e delle Scienze, si trasforma di notte nel locale notturno Mya, un club discoteca che, con il calare del sole, fa diventare questo edificio une delle discoteche all’aperto più belle. Con diverse sale e una varietà di stili musicali, l’affaccio sulla Città delle Arti e delle Scienze, il giardino che si illumina di viola, una serata al Mya può trasformarsi in un’esperienza indimenticabile. 

Passare una serata all’Umbracle è sicuramente tra le più divertenti cose da fare a Valencia di notte! 

Abbiamo dedicato un articolo alla serata che abbiamo trascorso al Mya, che vi postiamo qui sotto!

Cose da fare a Valencia - VALENCIA DI NOTTE E UMBRACLE - L'Umbracle di Valencia diventa una discoteca all'aperto di notte

L'Umbracle alla notte

Andare a prendere il sole alla spiaggia di La Malvarrosa

La spiaggia di Malvarrosa è situata a circa un’ora di passeggiata dal centro storico di Valencia e dall’Oceanogràphic. Questa spiaggia è incredibilmente lunga, caratterizzata dal colore dorato della sabbia che crea un suggestivo contrasto con il colore intenso dell’azzurro del mare. Lungo la spiaggia si estende una lunga pista ciclabile e pedonale, fiancheggiata da altissime palme, che parte dal porto e si estende per un percorso di quasi 4 chilometri.

Nella zona retrostante la spiaggia, si trovano numerosi locali e ristoranti, mentre procedendo verso nord, si raggiunge la zona in cui si trovano alcuni dei locali notturni più famosi di Valencia. Un luogo ideale per godersi sia le bellezze naturali della spiaggia che la vivace vita notturna della città!

Passeggiare nei parchi a Valencia

Uno degli aspetti che abbiamo apprezzato di più di Valencia è la presenza abbondante di spazi verdi pubblici all’interno della città. In particolare, lungo il perimetro est e nord del centro storico, è stata creata una vera e propria cintura verde, composta da diversi parchi. Questi spazi offrono aree giochi per bambini, attrezzature per l’allenamento, piste per skateboard, laghetti e corsi d’acqua. È possibile esplorare i parchi utilizzando uno dei numerosi sentieri o piste ciclabili che si snodano dal Parc de la Canaleta fino all’Oceanogràphic, rendendo questa zona ideale per una passeggiata o un giro in bicicletta immersi nella natura all’interno della città.

Piccola chicca: sfruttate Google Maps per visitare il parco con la vista aerea e fateci sapere se trovate Gulliver! 

Cose da fare a Valencia - Le palme e il sole del lungomare della spiaggia di Malvarrosa a Valencia

Lungomare a La Malvarrosa

Cose da fare a Valencia - Passeggiata nel parco verde del Jardin de Turia a Valencia

A passeggio per i parchi a Valencia

Con questo articolo vi abbiamo presentato la nostra selezione di cose che non possono mancare in una visita a Valencia per poter vivere tutte le differenti esperienze che questa città ha da offrire! Speriamo di esservi stati di spunto e se volete ulteriori info leggete gli articoli correlati. Vi auguriamo buona lettura e come al solito…trip to try!

Ti è piaciuto questo articolo? Allora CONDIVIDI subito sul tuo social preferito!

Facebook
Pinterest
WhatsApp

Oppure

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli..

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notify of
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments